Riceverai una conferma per email all'indirizzo segnalato.

Versione

Art Fall 10

Ferrara contemporanea

11/12/2010 - 18/12/2010
Art Fall, PAC Ferrara

Le Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea di Ferrara e Xing presentano Art Fall '10 Ferrara contemporanea al Padiglione d'Arte Contemporanea di Ferrara e nell'adiacente Museo Giovanni Boldini. Questa terza edizione della manifestazione si concentrerà sulle pratiche performative di artisti italiani e stranieri, che nel corso di 2 fine settimana saranno ospiti di Living Room. Performance da camera, con due diversi programmi di performance sabato 11 dicembre e sabato 18 dicembre 2010. La scelta di Art Fall ’10 di dare spazio alla live art si fonda su una vocazione contemporaneista, che riconosce ed esalta la capacità degli artisti di oggi di attraversare diversi medium per esprimere al meglio ciò che vogliono dire, incrociando con estrema agevolezza pratiche performative, plastiche, visive, musicali, di scrittura o editoriali.

Se la performance è una riformulazione dei codici della rappresentazione, storicamente nata come affrancamento e decostruzione dello spazio teatrale, oggi in questi spazi abitativi trasformati nel tempo in luoghi espositivi, l’obiettivo non è far accadere qualcosa di non-formato come l’happening, ma dar luogo a scritture fisico-spaziali che sfidano la formalizzazione, i canoni, i generi, in un atto consapevole di riscrittura e sovraimpressione. La messa in situazione di materiali in un contesto, per una trasformazione delle categorie stilistiche. Non c’è performance senza 'conquista' di uno spazio: adattamento o invasione. In queste due sessioni di Living Room si esce dal quadro della rappresentazione e vi si rientra paradossalmente con una nuova coscienza: performer e storie narrate diventano un unico corpo spettacolare che integra anche lo spettatore, a diversi gradi, con diverse intensità.

Living Room è un formato dedicato alla produzione di performer, coreografi, artisti visivi e sonori: eventi performativi pensati e realizzati per creare uno stretto contatto con il pubblico. Ideato da Xing per gli spazi di Raum a Bologna, e testato nel corso di 8 anni sino a espandersi in altri contesti, ha rappresentato un momento anomalo nel panorama italiano. Living Room è nato dalla scelta di praticare il teatro e la danza in forme meno rigide da quelle imposte dai teatri convenzionali – assecondando un’esigenza generazionale – per sperimentare forme di presentazione scenica non classiche e ricercare tipologie performative immediate e colloquiali. Uno spazio fisico e mentale, di cui condividere i processi oltre agli esiti.

Ad Art Fall prende forma attraverso sei creazioni di artisti che praticano la ricerca scenica in diverse direzioni: soggettività artistiche nuove e affermate. Kinkaleri, Sara Manente, Dewey Dell, seguiti da Nicole Beutler, Antonio Rinaldi e Antonia Baehr impiegheranno gli spazi del Padiglione d’Arte Contemporanea e il Salone d’Onore del Museo Boldini, dove le architetture, gli affacci e gli impedimenti disegneranno le visioni materiali delle performance.

Kinkaleri con Ascesa & Caduta - secondo e terzo atto performa lo spettacolo brechtiano traducendolo nella forma di un one-man show che si sviluppa sulla superficie di un tavolo come un mondo intero; le presenze mimetiche di Lawaai means Hawaai di Sara Manente creano delle coreografie per le circostanze e aprono gli spazi a una realtà polifonica; la compagnia Dewey Dell con Kin Knight King dichiara incubi infantili, nevralgie africane e cartoon gotici, riscrivendo una nuova fiction temporaneamente messa a nudo. Nicole Beutler rivisita il balletto di Les Sylphides avvicinandolo allo spettatore per enfatizzare l’atto performativo: gli elementi originari vengono ripercorsi in un sottile remix di scratch e loops, graffiati con gentilezza per scrostare la patina del bello; Antonio Rinaldi presenta il quinto dei Momenti particolari della vita di Jeffrey, in cui sarà la scrittura ad agire: un lavoro che rifiuta il definito e sposa poeticamente e politicamente il confuso; Antonia Baehr presenta Ridere - a selection of laugh scores, performance sul riso e sulla risata: di fronte a uno spartito e con le mani sul giradischi, esplora questa espressione come un’entità superiore, scorporata dal suo retaggio causale – le barzellette, il solletico, i racconti, l’allegria – osservando invece la cosa in se stessa.

In occasione di Art Fall ’10 verrà prodotto anche un disco a tiratura limitata con due Studi in miniatura di linguistica corporea condotti sulle risate della famiglia Baehr. Questo esperimento di comparazione consanguinea nasce dalla commissione di partiture sul riso affidate da Antonia Baehr ad artisti, amici e conoscenti.