Riceverai una conferma per email all'indirizzo segnalato.

Nome
Cognome
E-Mail
Versione
 

F.I.S.Co.01 / Corpo sottile

rassegna internazionale sulla nuova coreografia europea

8/3/2001 - 19/4/2001

Corpo sottile/F.I.S.Co.01 è una galleria di lavori di danza ‘che non danzano’Sono riunite per la prima volta in una rassegna organica in Italia, compagnie straniere ed italiane che mostrano in maniera esemplare in quale direzione sta andando lo spettacolo contemporaneo. Gli ‘enfants terribles’ della  danza europeagiovani danzatori e coreografi, esplorano le possibilità del corpo e del movimento nella sua accezione più superficiale (la carne) e più profonda (hanno trovato un pre- o  un post-linguaggio? una filosofia legata al movimento?). Una cosa li accomuna. La creazione di lavori che mostrano i desideri più veri alla fine di un’ epoca consumistica e spettacolare. Dando la parola al corpo, direttamenteAlcuni minano le abitudini della danza virtuosa con la determinazione del ricercatore scientifico che osserva se stesso con occhio clinico (Xavier Le Roy, danzatore e micro-biologo). Altri praticano una ricerca sul movimento corporale e psichico: sullo spazio, sul pieno e il vuoto, associato ad estetiche musicali più che attuali (Myriam Gourfink). Jérôme Bel, nello spettacolo omonimo, crea un lavoro minimale di demitizzazione dell’individuo, manipolando, auscultando, radiografando i corpi nudi in scena, impegnati in una ‘esplorazione di sé’. Gli italiani MK, con la forza di chi non ha maestri regolari, immergono il loro lavoro coreografico in ambienti visivi e sonori che oscillano verso lo spiazzamento e l’immobilità. Kinkaleri, presenta in anteprima un nuovo lavoro: policentrico, 'in bilico fra mezzi e formati', in cui il corpo diventa elemento ambientale. 5 spettacoli radicali, delicati, antispettacolari, irritanti, politici, crudi, di oggi.