Grazie di esserti iscritto alla newsletter di Xing. Riceverai una conferma per email all'indirizzo segnalato. Thanks for joining the Xing newsletter. You’ll receive an email notification.

Versione

Morestalgia il libro

 Riccardo Benassi

 
 

Riccardo Benassi. Morestalgia

La nostalgia non esiste da sempre, ma soltanto dalla seconda metà dell'800: un sentimento postulato per descrivere una peculiare condizione psicologica che si sviluppava nei militari lontani da casa. Allo stesso modo Riccardo Benassi ha coniato il termine morestalgia per aggiornarne il significato ai tempi di internet. Affetti, migrazioni e familiarità, fenomenologia delle interfacce contemporanee, psicanalisi, storia e psicologia: tutto concorre a definire questo tipo di 'augmented nostalgia', un sentimento ipermoderno che provoca il dolore che è tipico dell'invidia e di quel senso di mancanza che diventa perdita. Gli esseri morestalgici pretendono quell'esperienza di vita che gli è stata promessa, e poi non mantenuta, saturi come sono di memorie che non provengono dal loro passato ma dalla navigazione immersiva del web. In questo libro d'artista vengono poste le domande che stanno alla base della nostra contemporaneità: in che modo i social network e le comunità online contribuiscono all'unificazione e alla normalizzazione di diversi passati soggettivi? L'empatia digitale può diventare uno strumento utile a rimodellare il futuro piuttosto che creare un'alleanza attorno a un passato apparentemente condiviso? In altre parole, come possiamo oggi trasformare il soggettivo senso di appartenenza in un divenire collettivo?

  • Dimensioni: 11 x 17 cm
  • Pagine: 168
  • Lingua: Edizione IT / Edizione EN
  • Anno: 2020
  • Editore: NERO
  • Produzione: Xing

www.neroeditions.com/product/morestalgia/

****

Riccardo Benassi. Morestalgia

Before the second half of the 19th century, Nostalgia did not exist. The term was used to describe a peculiar psychological condition that spread among soldiers away from home. Italian artist Riccardo Benassi coined the term morestalgia accordingly, so to update its meaning to the time of the internet. Affections, migrations and familiarity, phenomenology of contemporary interfaces, psychoanalysis, history and psychology—everything contributes to defining this type of “augmented nostalgia”, a hypermodern feeling that triggers a sort of pain similar to envy, as a sense of lack that becomes loss. Saturated with memories from immersive web browsing, morestalgic beings want a life experience that was once promised to them, but never really fulfilled. This artist book poses questions underlying our contemporaneity, such as: how do social networks and online communities contribute to the unification and normalization of different subjective pasts? Can digital empathy become a useful tool to reshape the future, rather than proposing an alliance around a supposedly shared past? In other words, how can we today transform this subjective sense of belonging into a collective becoming?

  • Format: 11 x 17 cm
  • Pages: 168
  • Language: EN Editiopn / IT edition
  • Year: 2020
  • Publisher: NERO
  • Production: Xing

www.neroeditions.com/product/morestalgia/