Riceverai una conferma per email all'indirizzo segnalato.

Versione

Ride The Wave Dude

 Krõõt Juurak, Mårten Spångberg

 
 

prima italiana

Apri la bocca e lascia che il drago dell'alta probabilità entri in questo mondo. La performance non fa per te, né per noi, non più! Lo spettatore, emancipato o no, non è più il protagonista: la genetica è cambiata. La chimera se ne deve andare. Ride the Wave Dude è una commissione draconiana, una smorfia o esumazione con rischiosi effetti collaterali cronici: sputare nello spazio, discreditare la psicoanalisi con l'espulsione di Woody Allen, connettere il ragno nerastro all'onda madre. Surf e paesaggio, e un unisono NO al vitalismo. Ride the Wave Dude è una tortura etrusca, l'esorcismo di ogni pretesa del corpo, l'irreparabile comunismo del plusvalore.

di e con Krõõt Juurak, Mårten Spångberg
co-produzione PAF
reso possibile da Swedish Art Council, The Swedish Arts Grants Committee, The Estonian Art Council and Kulturabteilung der Stadt Wien

italian première

Open your mouth and let your high probability dragon enter the world. Performance is no longer for you, for us! The spectator isn’t anymore the protagonist, emancipated or not: the genetics has changed. The chimera must exit. Ride the Wave Dude is a draconic commission, a twist of moe or exhumation that carries the risk of chronic side-effects: spitting on space, disgracing psycho-analyses through the expulsion of Woody Allen, connecting the nigrescent spider to the mother-wave. Surf and landscape, and a unison no to vitalism. Ride the Wave Dude is an Etruscan torture, an exorcism of any claim of the body, an irrecoverable communism of surplus.

with and by Krõõt Juurak, Mårten Spångberg
co-production PAF
made possible by Swedish Art Council, The Swedish Arts Grants Committee, The Estonian Art Council and Kulturabteilung der Stadt Wien