Grazie di esserti iscritto alla newsletter di Xing. Riceverai una conferma per email all'indirizzo segnalato. Thanks for joining the Xing newsletter. You’ll receive an email notification.

Versione

Flogisto

 Luca Trevisani

 
 

produzione Xing/Live Arts Week

Flogisto è un ambiente, fatto di immagini in movimento e suoni, un attimo elettrico.
Il mondo è un giardino, uno spazio da coltivare, in un gioco incessante di metamorfosiuna reazione chimica da innescare.
Non esiste un pensiero sistematico, ma tentativi, indagini, composizioni.
La vitalità è per definizione riluttante alla forma, è sdrucciolevole come la buccia di una banana.
Se c’è uno stile, è il sistema nervoso che struttura le nostre azioni.
Se c’è un classicismo, è cellulare.

Flogisto, ambiziosa opera di Luca Trevisani commissionata da Live Arts Week, è un environment di suono e immagini: un locus solus ricostruito sullo spazio planare di uno scanner che si espande nello spazio. Flogisto è una macchina misteriosa per la cattura delle tre dimensioni. E' un percorso di invenzione che se sembra appartenere alla tradizione del cinema strutturale, si pone invece su un terreno 'costruzionista', implicando il riassemblaggio di elementi appartenenti a tecnologie diverse in qualcosa di nuovo: un media ulteriore. Tutte le invenzioni nascono del resto da questo genere di forzature. Si crea un misterioso annidamento di immagini-tempo attraverso il modo in cui gli strati di tempo si codificano con differenti tecniche digitali, per venire restituiti ricombinati tra proiezione fisica e supporto, Emerge inoltre come contenuto visuale, il singolare gusto di Trevisani per un mondo vegetale/minerale, dove i regni dell'organico e dell'inorganico copulano, indifferenti alle leggi della natura.
 
ambiente video a 5 canali, suono stereo
dimensioni determinate dall'ambiente

 
production Xing/Live Arts Week
 
Flogisto is an environment, made up of images in movement and sounds, an electric moment.
The world is a garden, a space to be cultivated, in a game of constant metamorphosis, a chemical reaction to be sparked. There is no systematic thinking, but attempts, investigations, compositions.
Vitality is, by definition, reluctant to form, it is as slippery as a banana peel.
If there is a style, it is the nervous system that structures our actions.
If there is a classicism, it is cellular.


Flogisto, an ambitious work by Luca Trevisani commissioned by Live Arts Week, is an environment of sound and images: a locus solus rebuilt on the planar space of a scanner which expands into space. Flogisto is a mysterious machine for capturing the three dimensions. It is a path of invention which, while seeming to belong to the tradition of structural film, is, instead, based on ‘constructionist’ concepts, implying the reassembly of elements belonging to different technologies into something new: an ulterior media. In fact, all inventions are created from this kind of forcing. One creates a mysterious nesting of time-images by the way in which the layers of time are encoded with different digital techniques, to be returned, recombined, between physical projection and support. Also appearing as visual content is Trevisani’s singular taste for a plant/mineral world, where the organic and the inorganic kingdoms mate, indifferent to the laws of nature. 

5-channels video environment, stereo sound
dimensions determined by the environment