Riceverai una conferma per email all'indirizzo segnalato.

Nome
Cognome
E-Mail
Versione
 

THE SURROGATE Studio I

 Isabella Mongelli , Tim Spooner

 
 

Il surrogato è qualunque cosa che ne sostituisce un’altra determinando nuovi criteri di adeguatezza.

"Passeggiando per Roma non abbiamo trovato la Fontana di Trevi ma delle impalcature con un’immagine della medesima e una piccola vasca d’acqua. Il divario tra la grandezza della fontana originale e la modestia della sua controfigura era comica e aveva in una forza. Una forza che con gusto abbiamo chiamato The Surrogate. Pensiamo a situazioni, forme, processi, immagini che sostituiscono qualcosa di inaccessibile, invisibile o assente. Fenomeni che risultano poi in superfici, interfacce, emanazioni, rappresentazioni che si offrono al mondo. Ad esempio una nicchia vuota in una chiesa. Ad esempio una patata che acqua al suo germoglio e così quasi sparisce diventa piccolissima, sta per morire. The Surrogate ha a che fare con la materia, le sue necessità, con il tempo ma anche con il pensiero umano. Questo primo studio attiva esperimenti, raccoglie alcuni risultati e li presenta al pubblico. Nella presentazione a Raum si azzarderanno delle ipotesi con una certa attitudine dimostrativa."

The surrogate is anything that replaces another, setting new criteria of adequacy.

"Walking through Rome we did not find the Trevi Fountain but some scaffolding with an image of the same, and a small tub of water. The gap between the size of the original fountain and the modesty of its stunt double was funny and had in it a force. A force that we joyfully called The Surrogate. We think of situations, forms, processes, images that replace something inaccessible, invisible or absent. Phenomena that result in surfaces, interfaces, emanations, representations offered to the world. For example an empty niche in a church. For example, a potato that gives water to its shoot and almost disappears, it becomes very small, now it's going to die. The Surrogate has to do with matter, its needs, with time but also with the human thought. This first study activates experiments, it collects some of the results and presents them to an audience. The public presentation at Raum will venture a guess with a certain demonstrative attitude."