Riceverai una conferma per email all'indirizzo segnalato.

Versione

The Skaters

 
 

The Skaters sono i nuovi ipnotisti, 40 anni dopo Lethem, 170 dopo Plateau, Il duo di San Francisco, James Ferraro e Spencer Clark, a partire da un materiale rudimentale (microfonipercussionitastiere) e con pochi altri ingredienti oltre alla propria voce, sviluppa un universo lussuoso e lussureggiante, misterioso e in perpetua espansione che rinviatranse primitive e raffinate. Un altro doppio viaggio nel tempo, arricchito questa volta da loop estatici che incrociano grugniti mostruosi e voci angeliche. The Skaters sono gli esploratori di questi nuovi mondi e delle loro dimensioni multiple, di cui la musica è l’unico mezzo di trasporto. "Spesso penso alla sensazione di acchiappare un frisbee, e questa sensazione è l'intersezione per la quarta dimensione. Lo spazio quadrimensionale non visibile chiaramente, spunta fuori da una zona dello spazio che non possiamo percepire. Questa sensazione mi insegna a vedere le vere relazioni con le cose." (James Ferraro). The Skaters plays Le Vampire de la Cinémathèque by Roland Lethem"a Netmage 09, al di di ogni psichedelismo e della fantascienza, è l’incontro fra proposte radicali formulate parallelamente, di artisti e inventori di una rara potenza visionaria.

The Skaters are the new hypnotists. Starting with rudimentary materials (microphones, percussion, keyboard) and a few other ingredients aside from voice itself, San Francisco's duo James Ferraro and Spencer Clark develop a rich, luxurious universe, mysterious and in perpetual expansion, between a kind of primitive trance and the most extreme refinement. Another double voyage in time, enriched this time with ecstatic loops that cross with monstrous grunts and angelic voices. The Skaters are the explorers of these new worlds and their multiple dimensions, with music the only means of  transport. "I often think about the sensation of catching a frisbee and I think this sensation is the intersection for the fourth demension. Fourth dimensional space not clearly seen sticking its face through from a section of space we cannot perceive. And the sensation points me in the direction towards seeing the true relation of things” (James Ferraro). The Skaters plays Le Vampire de la Cinémathèque by Roland Lethem at Netmage 09 is beyond all psychedelicism or science fiction, it is a meeting between radical proposals formulated in parallel, by artists and inventors of rare visionary power .