Riceverai una conferma per email all'indirizzo segnalato.

Versione

Martin Brandlmayr

 
 

Martin Brandlmayr è uno tra i musicisti più attivi lungo l'asse elettroacustico che unisce Vienna a Berlino. Incontra Nicholas Bussmann nella capitale tedesca durante una residenza del viennese Brandlmayr e i due scoprono di condividere lo stesso interesse verso quel tipo di musica che loro definiscono, non senza ironia, "pop", o "funk". Infatti il sound di KB1 può essere interpretato "matematicamente" come una funzione del pop - pop ritrascinato alla sua essenza più elementare, lasciando così spazio all'intrusione di nuove contaminazioni affatto diverse e aliene alla determinazione storica della musica "commerciale". Ad ogni modo, questa terminologia  classica serve a definire i parametri più o meno nascosti del complessissimo sistema di coordinate di KB1, che comprende un'esplorazione a 360° dell'universo musicale e performativo, e dei suoi parafernalia (fotografie, copertine, concezione del supporto...). Il loro primo album 2CD contiene due cd a prima vista assolutamente identici. Ma uno contiene la musica di KB1, l'altro è vuoto. E' un cd-r. 

www.martinbrandlmayr.com

Martin Brandlmayr studied drums but also uses the computer and electronic instruments. He joined the group Polwechsel in 1993. He became well-known with the postrock trio Radian, which he formed together with John Norman and Stefan Németh in 1997. Together with Christof Kurzmann he was artist in residence at the Podewil, Berlin, in 2002. He played at the Donaueschingen Festival 2005. He has collaborated with Otomo Yoshihide, Fennesz, Mapstation, Pure, John Tilbury, Tony Buck, and Paul Lovens, among others. Brandlmayr lives and works in Vienna and Berlin.