Riceverai una conferma per email all'indirizzo segnalato.

Nome
Cognome
E-Mail
Versione
 

Lucia Amara

 
 

Lucia Amara vive e lavora a Bologna. I suoi principali interessi spaziano tra il teatro, la danza e questioni linguistiche. Ha studiato Lettere Antiche a Firenze e svolto un dottorato sulle glossolalie Artaudiane al DAMS di Bologna in collaborazione con il Doctorat d'Histoire et Sémiologie du Texte et de l'Image di Paris VII, diretto da Julia Kristeva. Nel 2007 ha svolto un programma post-dottorale a l'Ecole des Hautes Etudes a Parigi sviluppando una ricerca sul movimento in riferimento a J.E. Marey e F.Brunot, seguita da una ricerca incentrata sugli archivi della parola e della voce. Ha fatto parte del gruppo di critici-osservatori alla Biennale Teatro di Venezia 2005 diretta da Romeo Castellucci ed ha pubblicato su riviste teatrali quali Art'o e Culture Teatrali. Ha contribuito con testi ai cataloghi di F.I.S.Co. (Xing 2007/2011) e Live Arts Week (Xing 2012/2013). Ha pubblicato uno studio dal titolo Carroll e Artaud. Thema con variazioni e curato la monografia La scena esausta (Ubulibri, 2008); ha collaborato all'elaborazione e scrittura del volume Overground del fotografo Luca Del Pia (Boiler, 2011). Sua la postfazione di Il Calcolo dei Dadi: azzardo e vita quotidiana di Marco Dotti (O Barra O, 2013). Dal 2009 collabora con la coreografa Cristina Rizzo ai progetti  Jungle In e Dance N°3, proseguendo la relazione col progetto performativo di sperimentazione tra teoria e pratica Loveeee (2011>14) accompagnato dalla pubblicazione on-line di Loveeee - Journal (Xing 2012). Collabora con Kinkaleri nella scrittura per I AM THAT AM I, nella performance TU DICI?, e per l'opera radiofonica Certo Titolo. É in dialogo con Chiara Guidi/Societas Raffaello Sanzio sul tema dell'infanzia e la voce. E' apparsa in lecture-performances di Claudia Triozzi (Per Una Tesi Vivente).

Lucia Amara works and lives in Bologna. Her main field of interest ranges between theatre, dance and linguistic matter. She made a Ph Doctorate on Antonin Artaud’s glossolalie at DMS/Bologna University in collaboration with the Department of Semiology of the Text and the Image/Paris VII University directed by Julia Kristeva. She then attended a post-doctoral programme at the Ecole des Hautes Etudes in Paris developing a research on movement referring to J.E. Marey and F. Brunot, followed in 2010 by a new research on the archives of words and voice. She published for theatre journals such as Art'o and Culture Teatrali. Text contributions for F.I.S.Co. catalogues (Xing 2007>2011) and Live Arts Week catalogues (Xing 2012,2013), and for the books Kinkaleri 2001-2008. La scena esausta (Ubulibri 2008) and Overground (Boiler 2011). She' s been intellectual adviser of the choreographer Cristina Rizzo for the project Dance N°3 (2009) and for Loveeee (2011). She also collaborated at Kinkaleri’s lecture-performances Tu dici? and I Am That Am I, and at the radio play Certo Titolo. She's in dialogue with Chiara Guidi/Societas Raffaello Sanzio on the issues of childwood and voice, and was invited guests at Claudia Triozzi's Per Una Tesi Vivente.