Riceverai una conferma per email all'indirizzo segnalato.

Versione

Gelateria Sogni di Ghiaccio

 
 

Gelateria Sogni di Ghiaccio è un artist run space a Bologna creato e gestito da Filippo Marzocchi e Mattia Pajè. E' composto da due ambienti: uno dedicato allo studio, al lavoro e alla ricerca artistica, e l’altro dedicato all’esposizione, alla collaborazione, alla discussione e alla condivisione. Marzocchi e Pajè hanno ampliato la loro pratica artistica fino a comprendere la direzione artistica del progetto. Gelateria Sogni di Ghiaccio è un luogo per la sperimentazione e per la libertà.

gelateriasognidighiaccio.com

Mattia Pajè, nato a Milano e basato a Bologna, è artista e direttore artistico, co-fondatore di Gelateria Sogni di Ghiaccio. Il lavoro di Pajè è caratterizzato dalla presenza di molteplici ambiguità. La sua produzione artistica è definita dall’uso di vari materiali e metodi, che rendono difficile la collocazione del lavoro in un’unica disciplina. L’utilizzo di diversi approcci permette di sviluppare continui tentativi in cui Pajè analizza le possibilità di definizione di opera d’arte. Il suo lavoro si concentra sulla definizione dell’entità dell’arte e sui processi di produzione e di fruizione delle opere, anche attraverso l’attività di organizzazione di mostre e di gestione di uno spazio espositivo. La sua produzione è estesa e diversificata e comprende opere pittoriche, scultoree, installative, multimediali e performative. Il suo lavoro è stato presentato in istituzioni, gallerie e spazi no profit tra i quali: Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci, S.a.L.E. Docks, TRIPLA, Car DRDE, LOCALEDUE, MAMbo, Dolomiti Contemporanee, Mahler & LeWitt Studios, BoCS Art, Cripta 747, Istituto di cultura Italiano di Montevideo, EAC.

mattiapaje.com

Filippo Marzocchi è un artista visivo e sonoro, vive e lavora a Bologna. La sua pratica artistica si definisce attraverso differenti linguaggi tra cui performance, suono, pittura e progetti site-specific. Il suo lavoro è radicato nella comprensione della vita umana e della percezione della realtà. Il complesso delle sue opere riflette sullo spazio e sul tempo indagandone la struttura, le leggi della percezione e la possibilità di trascendere o sovvertire il tempo presente. Ha presentato il suo lavoro presso istituzioni, gallerie e spazi indipendenti come: Zabludowicz Collection, Londra; PAV Parco Arte Vivente, Torino; Institut Italien de Culture de Paris, Parigi; UCA, Canterbury; MAMbo, Bologna; Galeria Fran Reus, Palma di Maiorca; The Blank Contemporary Art, Bergamo; Cripta747, Torino; Progetto Borca, Dolomiti Contemporanee. Nel 2016 crea  con Mattia Pajè l’artist run space Gelateria Sogni di Ghiaccio a Bologna con cui ne dirige il programma.

filippomarzocchi.com

Daniele Guerrini (a.k.a. Heith) è un artista e musicista di base a Milano. E’ impegnato nella ricerca sul suono in diverse direzioni, dalla rave music al folk, ambient e musica concreta. Lavorando a colonne sonore, installazioni, live performance e ricerca in studio, collabora da anni con club, festival, gallerie in Italia e all’estero. Di recente è stato presentato a: Saule/Berghain (Berlin), Almanac Projects (Turin/London), Forestlimit (Tokyo), Spazio Maiocchi (Milan). Nel 2018 ha composto una reinterpretazione digitale del gamelan indonesiano chiamato Laguna. Nel 2016 è stato invitato a creare e dirigere la parte sonora di Belligerent Eyes, residenza artistica incentrata su new media, sorveglianza di massa e cinema, ospitata da Fondazione Prada. Nel 2013 ha fondato l’etichetta indipendente Haunter Records attraverso la quale ha collaborato con vari artisti tra cui Petit Singe, John T. Gast, Matthias Girardi, Zuli, Jesse Osborne-Lanthier, Ruben Patino. Inoltre per anni è stato parte di Macao, spazio multidisciplinare a Milano impegnato nell’organizzazione di eventi, concerti e esposizioni. Recentemente ha curato una serie di eventi alla Volksbuehne a Berlino.

haunterrecords.com

Andrea Magnani, artista visivo e designer basato a Milano, si muove in un variegato arco di ricerca tra installazione, video, musica e performance. Nelle suoi ambienti popolati da disegni e oggetti immaginifici smaschera il processo di generazione del senso, focalizzandosi su tensione e sovrapposizione tra forze ordinatrici e generatrici. Ha esposto e realizzato le sue performance in spazi pubblici e privati, tra i quali: MAMbo Museo d’Arte Moderna, Palazzo Re Enzo, Raum (Bologna); Marsèlleria (New York); Italienska Kulturinstitutet (Stoccolma); Villa Farinacci MAXXI offsite, Fondazione Baruchello, T293, Operativa (Roma); PAV Parco Arte Vivente, Archivio di Stato, Giorgio Galotti (Torino); Stanford Housing (Londra); Can Serrat (Barcellona), Bevilacqua La Masa (Venezia), Triennale, Marsèlleria, O’, Viafarini, Crepaccio, Mars (Milano), Pad. Regionale 54° Biennale di Venezia (Reggio Emilia), Palazzo esposizioni (Faenza), Spazio Swing (Benevento). Nel 2007 co-fonda Resign, collettivo di ricerca nell’ambito del design. Nel 2014 fonda l'art label Siliqoon.

magnaniandrea.com   siliqoon.com

Giovanni Rendina è un curatore indipendente. Ha studiato al Chelsea College of Arts e sta svolgendo un dottorato di ricerca presso l’Università del Molise. Recenti curatele includono: A slump, Andrew Mealor, Gelateria Sogni di Ghiaccio, Bologna 2017. Do you come here often?, Mattia Pajè, Ponte Sanguinario, Spoleto, 2017. Cassata Drone, g. olmo stuppia, Maria D Rapicavoli, Raqs Media Collective, Stefano Cagol, Palermo, 2018. Shutter, Rob Chavasse, Tripla, Bologna 2019.

***

Gelateria Sogni di Ghiaccio is an artist run space in Bologna created and directed by Filippo Marzocchi and Mattia Pajè. It is divided into two separate areas, in which one is dedicated to studio practice and artistic research, while the other one acts as a space for exhibitions, collaborations and discussions. The direction of the project is an extension of Marzocchi and Pajè individual artistic practice. Gelateria Sogni di Ghiaccio is a space dedicated to experimentation and freedom.

gelateriasognidighiaccio.com

Mattia Pajè is a Bologna-based visual artist and art director, co-founder of Gelateria Sogni di Ghiaccio. Pajè’s work is characterized by the presence of multiple ambiguities. His artistic production is defined by the use of different materials and methods. The use of several approaches allows him to analyze the different possibilities of defining a work of art. Also through the organization of exhibitions and management of an exhibition space, his work focusses on conceptually defining art and its processes of production. His body of work is extensive and diversified including paintings, sculptures, installations, multimedia and performances. He presented his work through institutions, galleries and no-profit spaces such as: Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci, S.a.L.E. Docks, TRIPLA, Car DRDE, LOCALEDUE, MAMbo, Dolomiti Contemporanee, Mahler & LeWitt Studios, BoCS Art, Cripta 747, Istituto di cultura Italiano di Montevideo, EAC.

mattiapaje.com

Filippo Marzocchi is a visual and sound artist, he lives and works in Bologna. His artistic practice is developed and deepened through the use of performance, sound, paintings and site specific projects. His work is focused on human perception, the structure of reality and how men perceive space and time in a continuous movement. Around this subject he creates visual and auditory effects with the aim to subvert and affect the viewer present reality. He presented his work through institutions, galleries and independent spaces such as: Zabludowicz Collection, London; PAV Parco Arte Vivente, Turin; Institute Italien de Culture de Paris, Paris; UCA, Canterbury; MAMbo, Bologna; LOCALEDUE, Bologna; Galeria Fran Reus, Palma de Mallorca; The Blank Contemporary Art, Bergamo; Cripta747, Torino; Progetto Borca, Dolomiti Contemporanee. In 2016 he co-created with Mattia Pajè the artist run space Gelateria Sogni di Ghiaccio in Bologna with whom he co-directs its program.

filippomarzocchi.com

Daniele Guerrini (a.k.a. Heith) is an artist and musician based in Milan. For years he has been investigating the sound in many directions from rave music to folk, ambient and musique concrète. Working on soundtracks, sound installations, live performances and studio researches, over the years he has been around playing in clubs, festivals, galleries and doing researches in different areas of the world, recently: Saule/Berghain (Berlin), Almanac Projects (Turin/London), Forestlimit (Tokyo), Spazio Maiocchi (Milan). In 2018 he composed a digital re-interpretation of the Indonesian gamelan called Laguna. Back in the days, in 2016 he's been invited to create and direct the sound for Belligerent Eyes, an art residency hosted by Fondazione Prada focused on new media, mass surveillance and cinema. In 2013 he founded Haunter Records and since then he collaborated with many artists including: Petit Singe, John T. Gast, Matthias Girardi, Zuli, Jesse Osborne-Lanthier, Ruben Patino. Beside this he has been part of Macao, a multidisciplinary art space in Milan, organizing events, concerts and exhibitions. He has recently curated a series of events at Volksbuehne in Berlin.

haunterrecords.com

Andrea Magnani, visual artist and designer, based in Milan, works with installation, video, music and performance condensed into different research strands. His work unmasks the process of making sense, focusing upon the tension between and the overlapping of ordering and generating forces. In his installations, imaginative but usable objects trigger dense and layered stories in which the product’s design is corrupted, kneading consumer and fruition logics with a new form of witchcraft based on contemporary rituals, myths and symbols. Andrea has exhibited and performed in public and private spaces, included: PAV Parco Arte Vivente - Centro sperimentale d’arte contemporanea, Giorgio Galotti, Archivio di Stato (Turin), T293 (Rome), MAMbo Museum of Modern Art, Raum (Bologna), Marsèlleria (New York), Italienska Kulturinstitutet (Stockholm), Operativa (Rome), Stanford Housing (London), Can Serrat (Barcelona), Bevilacqua La Masa (Venice), Marsèlleria, O’, Viafarini, Crepaccio, Mars (Milan), Pad. Regionale 54° Vemice Art Biennale (Reggio Emilia), Palazzo esposizioni (Faenza), Swing (Benevento). In 2007 he co-founded Resign, a collective research design studio. In 2014 he founded the art label Siliqoon.

magnaniandrea.com    siliqoon.com

Giovanni Rendina is an italian independent curator. Studied Curating and Collections at Chelsea College of Arts. Currently attending a PHD at Università del Molise. Recent curated projects include: A slump, Andrew Mealor, Gelateria Sogni di Ghiaccio, Bologna 2017. Do you come here often?, Mattia Pajè, Ponte Sanguinario, Spoleto, 2017. Cassata Drone, g. olmo stuppia, Maria D Rapicavoli, Raqs Media Collective, Stefano Cagol, Palermo, 2018. Shutter, Rob Chavasse, Tripla, Bologna 2019.