Grazie di esserti iscritto alla newsletter di Xing. Riceverai una conferma per email all'indirizzo segnalato. Thanks for joining the Xing newsletter. You’ll receive an email notification.

Versione

Romeo Castellucci

 
 

Romeo Castellucci  nasce nel 1960 a Cesena. Si diploma in Pittura e Scenografia all’Accademia di Belle Arti di Bologna. Nel 1981 fonda, insieme a Claudia Castellucci e a Chiara Guidi, la Socìetas Raffaello Sanzio. Regista, creatore di scene, luci e costumi, è conosciuto in tutto il mondo per aver dato vita a un teatro fondato sulla totalità delle arti e rivolto a una percezione integrale dell’opera. Il suo teatro propone una drammaturgia che ribalta il primato della letteratura, facendo della scena una complessa forma d’arte, fatta di immagini straordinariamente ricche, espressa in un linguaggio comprensibile come la musica, la scultura, la pittura o l'architettura. Le messe in scena di Castellucci sono tuttora regolarmente invitate e prodotte dai più prestigiosi teatri e festival internazionali, in oltre sessanta paesi che coprono tutti i continenti. È stato direttore della sezione Teatro alla Biennale di Venezia, Artiste Associé al Festival di Avignone, ed è attualmente Grand Invité alla Triennale di Milano e regista ospite alla Schaubühne di Berlino. Il Festival d’Automne di Parigi ha presentato per due anni consecutivi una antologica del suo lavoro. Insignito del titolo di Chevalier des Arts et des Lettres della Repubblica Francese e della Laurea honoris causa dell’Ateneo di Bologna, è membro dell’Accadémie Royale de Belgique e ha ricevuto, tra gli altri riconoscimenti internazionali, il Leone d’oro alla Biennale Teatro di Venezia e due Golden Mask per la lirica. Tra le sue creazioni più recenti: le opere teatrali La vita nuova (2018), Il Terzo Reich (2020), Bros (2021), la regia delle opere liriche Don Giovanni (2021), Pavane für Prometheus IX (2021), Il Castello di Barbablù e De Temporum Fine Comoedia (2022), l’azione pubblica Milano (2021), e l’installazione domani (2022).

www.societas.es

Romeo Castellucci was born in 1960 in Cesena, Italy. He graduated with a degree in painting and scenography from the Academy of Fine Arts in Bologna. In 1981, jointly with Claudia Castellucci and Chiara Guidi, he founded Socìetas Raffaello SanzioDirector, creator of sets, lights and costumes, is known over the world for creating a theater based on the totality of arts and aimed at an integral perception of the work. His theater proposes a dramaturgy that overturns the primacy of literature, making the stage a complex form of art, made up of extraordinarily rich images, expressed in an understandable language such as music, sculpture, painting or architecture. Castellucci's stagings are regularly invited and produced by the most prestigious international theaters, festivals and opera houses, in over sixty countries covering all continents. He was director of the Theater section at the Venice Biennale, Artiste Associé at the Avignon Festival and is currently Grand Invité at the Milano Triennale and guest director at the Schaubühne in Berlin. The Paris Festival d’Automne has presented an anthology of his work for two consecutive years. Awarded the title of Chevalier des Arts et des Lettres of the French Republic and an honorary degree from the University of Bologna, he is a member of the Accadémie Royale de Belgique and received, among other international awards, the Golden Lion at the Venice Theatre Biennale and two Golden Masks for Opera. His most recent productions are the theatre works La vita nuova (2018), Il Terzo Reich (2020), Bros (2021), the direction of the lyric operas Don Giovanni (2021), Pavane für Prometheus IX (2021), Il Castello di Barbablù and De Temporum Fine Comoedia (2022), the outdoor action Milano (2021) and the installation domani (2022).